Regione, mille vincitori per il bando Torno Subito

Formarsi, partire e ritornare per far sviluppare il sistema regionale. Con il supporto della Regione. Sono 993 i giovani vincitori del secondo bando Torno Subito, studenti o laureati tra i 18 e i 35 anni, che potranno così finanziare i propri percorsi di formazione o work experience in Italia e all’estero. Un dato che dà la misura dell’importanza del progetto, come sottolinea il presidente della Regione Zingaretti: “Mille ragazzi hanno un’opportunità in più: studiare un anno all’estero e tornare più preparati – scrive in un tweet – Prima non si pagavano neanche le borse di studio. Il Lazio cambia”. La graduatoria è stata ufficializzata con la pubblicazione sul Burl, e gli elenchi sono già disponibili sul sito www. regione. lazio. it/tornosubito.

Numeri quasi raddoppiati rispetto alla scorsa edizione, sia nella partecipazione che nei fondi a disposizione: per il 2015 sono infatti stati utilizzati 13 milioni di euro del Fondo Sociale Europeo 2014/2020, rispetto ai 5,4 disponibili l’anno passato e sono stati ben 1.482 i progetti presentati alla scadenza del bando lo scorso luglio. Come ricorda una nota della Regione Lazio, sono stati approvati tutti i progetti ammissibili, sia sulla linea speciale dedicata alle professioni cinematografiche (72 ammessi su 92) che su quelle generale (921 ammessi su 1.391). I quasi mille progetti spaziano tra moltissime e diverse tematiche: cultura e creatività; green economy; energia e ambiente; inclusione e innovazione sociale; ricerca sperimentale, innovazione di processo, prodotto o di organizzazione. La media di finanziamento concesso a progetto è di circa 13.500 euro.

Non solo numeri però, sottolinea il vicepresidente della Regione Lazio Massimiliano Smeriglio: “C’è un altro elemento che va valorizzato, il protagonismo dei giovani che di fronte all’opportunità di Torno Subito hanno elaborato e presentato i loro progetti di formazione in Italia e all’estero”. Il nuovo sistema informatico per la presentazione delle domande ha inoltre permesso di elaborare in tempo reale l’identikit dei 993 vincitori: ad approfittare dell’opportunità in maggioranza le donne, 602, contro “soli” 398 uomini. In generale, 547 degli ammessi risultano essere inoccupati, 446 i disoccupati, di cui la maggioranza, 798, sono laureati.

Dei vincitori, 819 sono residenti nel Lazio, mentre 174 i domiciliati in regione. Inoltre, 60 degli ammessi

avevano già partecipato e vinto il 1° bando Torno Subito dello scorso anno.
Sono 197 i vincitori che resteranno fuori dal Lazio per un periodo fino a dodici mesi, quasi uguale il numero dei ragazzi che spenderà solo sei mesi fuori, 337 all’estero e 387 in altre regioni italiane. Al rientro tutti parteciperanno a periodi di formazione lavoro all’interno degli enti partner per una durata massima di 6 mesi. I primi 158 ragazzi partiranno già entro settembre.

 

Leggi l’articolo su Repubblica.it