Quattro anni di Torno Subito, le note dei partecipanti


 

 

Leggendo le relazioni finali di progetto dei ragazzi e delle ragazze che hanno vinto l’edizione 2016 del bando Torno Subito siamo rimasti felicemente colpiti da quanto scritto all’interno delle note personali, dove ognuno ha potuto esprimere le proprie impressioni sul programma e sull’assistenza tecnica così come descrivere difficoltà e problematiche incontrate lungo il percorso.

 

Quello che è emerso dalle prime centinaia di relazioni esaminate è un quadro molto positivo delle esperienze vissute da parte di coloro che hanno portato a termine il progetto e da coloro i quali lo hanno interrotto per una sopraggiunta offerta di lavoro, spesso conseguenza diretta del percorso avviato con Torno Subito.

 

Moltissimi esprimono un generale apprezzamento dell’attività messa in campo dalla Regione Lazio e dall’Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola, Università e Turismo, attività che nella maggior parte dei casi è ritenuta determinante per accedere a programmi formativi e in tanti affermano che senza il finanziamento garantito da Torno Subito non sarebbe stato possibile accedervi per via di costi difficilmente sostenibili da parte di molte famiglie.

 

Torno Subito quindi viene vissuto come un programma efficace che è riuscito ad utilizzare in maniera ottimale i fondi europei trasformandoli in opportunità al servizio dei ragazzi e delle ragazze della nostra regione e più in generale come un sostegno concreto alla comunità e un’opportunità di crescita per l’intero tessuto produttivo regionale che in questi anni ha potuto contare su giovani risorse competenti e formate in contesti nazionali ed internazionali da poter integrare in modo proficuo all’interno delle proprie strutture.


 

 

 


 

Grazie a Torno Subito migliaia di giovani hanno potuto perseguire  le proprie aspirazioni e i propri sogni. Hanno potuto percorrere  la strada che hanno deciso di intraprendere con una preoccupazione in meno. Ogni giorno abbiamo lavorato per semplificare gli aspetti amministrativi e burocratici che inevitabilmente ci sono e che vanno rigorosamente rispettati al fine di garantire la necessaria trasparenza e correttezza nella gestione dei fondi europei. Abbiamo in questi anni sempre supportato i ragazzi nella gestione delle diverse fasi del proprio progetto cercando di risolvere con buon senso e disponibilità eventuali problemi incontrati e adoperandoci senza risparmio su tutti i canali informativi messi a disposizione.

 

Certamente non tutto è perfetto. Grandi sono i margini di miglioramento ed è a questo proposito interessante notare come in alcune relazioni vengono esposte critiche costruttive ma nello stesso tempo fornite ipotesi di soluzioni pratiche su cui lavorare per migliorare alcune criticità riscontrate.

I feedback dei partecipanti in questi quattro anni di Torno Subito hanno sempre rappresentato un patrimonio di grande valore al fine di migliorarne la gestione complessiva e l’assistenza tecnica al programma.

 

Nella lettura ci si imbatte anche in racconti poco positivi, per fortuna non molti, riguardanti questo o quel corso di formazione, questa o quell’esperienza di work experience. Di questo l’assistenza tecnica se ne fa carico e assicura maggiore controllo e attenzione per il futuro pur ribadendo che la scelta dell’ente partner con cui realizzare le attività progettuali è delegata alla totale autonomia e al senso di responsabilità del singolo partecipante.

 

Per concludere, esprimendo grande soddisfazione per i risultati raggiunti e per i riscontri ottenuti, si ribadisce l’impegno di tutto lo staff di lavoro di continuare a lavorare con determinazione per migliorare ulteriormente il servizio offerto e far sì che l’esperienza di Torno Subito, anche dal punto di vista amministrativo, sia sempre più semplice e gratificante.